Biografia

 

Barbara Zoletto (in arte Narah)

 

Ricerca l’energia della voce: si dedica allo studio e all’insegnamento associando la musica e il canto alle arti orientali indirizzate alla cura della persona e al benessere psicofisico. E’ attiva nell’espressione artistica e nella realizzazione di progetti  musicali e teatrali a sfondo culturale.

Fin da bambina scopre che il canto ha il potere di trasformare le emozioni e canta con gioia nel coro della parrocchia, a 15 anni impara a suonare la chitarra per accompagnare le canzoni cantautoriali e inizia  a comporre melodie e testi spontaneamente.

La tesina di terza media è sulla filosofia e religione indiana da cui è fortemente attratta e a 20 anni si reca per la prima volta in India dove  rimane affascinata dai canti dei templi e degli ashram.

Nel 1985 conosce Baba Bedi, discendente diretto di Guru Nanak, e frequenta, presso la sua scuola di Milano, i corsi di terapia vibrazionale e di espressione dei talenti, questo incontro influenzerà direttamente tutto il suo percorso musicale poiché rimarrà sempre legata al rapporto armonizzante della musica sul corpo psicofisico.

Nel 1986, dopo anni di esperienza corale, ( Coro Universitario, Accademia Bach, Stagione Armonica) inizia privatamente gli studi di canto prendendo lezioni individuali e frequentando corsi e seminari di espressione vocale a diversi indirizzi: canto antico, leggero, teatro, leader, improvvisazione, canto armonico.

 Dal 1990 si dedica al canto indiano classico e semiclassico, recandosi periodicamente a Varanasi, Chennai, Calcutta e Bhopal presso i più noti maestri:

- per il canto indostano: Sangita Chatterji, Pandit Hanuman Mishra, Mangala Tiwari, Anup Mishra, Ustad Fahimuddin Dagar, Smt. Girija Devi, Saira Begum, Ritwik Sanyal e i Gundecha Brothers;

- per il canto carnatico: Savitri Nair, Sir Sitarama Sharma, Ujwal Bhole, Hari Prasad e Kamala Rani.
Ha inoltre conseguito, nel 2004, il diploma accademico in canto classico indiano dhrupad, nell’ambito del corso triennale di Tradizioni musicali extra-europee ad indirizzo indologico, presso il Conservatorio A. Pedrollo di Vicenza. Docente di canto: Amelia Cuni.

Successivamente, nel 2010, si è perfezionata presso la medesima sede e sotto la guida delle medesima docente, con un master di specializzazione in canto indiano dhrupad.

Dal dicembre 2013 è docente, presso il Conservatorio A. Pedrollo di Vicenza, del corso “Musica vocale dell’India” (insieme a Patrizia Saterini).

È depositaria d’una vasta codificazione non solo di raga ma anche di bhajan e shloka (resi nella versione classica, semi-classica o leggera), e possiede un ampio repertorio negli stili sia indostano sia carnatico. È impegnata nel recupero d’antiche e rare melodie tradizionali poco note in Europa. È altresì specializzata nel canto d’accompagnamento delle performance coreutiche (stili Bharata-natyam e Kathak).

 Vive a Padova e tiene concerti presso teatri ed enti culturali di varie città italiane. Compone musiche per testi sacri e teatrali e ha pubblicato sei album.